La valutazione dei Disturbi Specifici dell'Apprendimento (DSA)

La valutazione dei Disturbi Specifici dell'Apprendimento prevede un iniziale colloquio con la famiglia per capire la natura della difficoltà del/della bambino/a o del/della ragazzo/a e vengono raccolte dal professionista alcune prime informazioni anamnestiche.

Successivamente vengono concordati da un minimo di due a un massimo di quattro incontri con il minore per la somministrazione di test specifici che indaghino sia il Q.I e, se questo dovesse risultare nella norma, si procede con le valutazioni specifiche per le diverse difficoltà:
- Dislessia
- Disgrafia
- Disortografia
- Discalculia

La regione Emilia-Romagna prevede che la valutazione possa essere eseguita da professionisti privatamente e successivamente la famiglia dovrà portare il referto presso il servizio di Neuropsichiatria Infantile del proprio territorio per la validazione del documento.
La valutazione non può essere effettuata prima della seconda elementare e della terza per quanto riguarda la discalculia. 


Per informazioni e prenotazioni: Dott.ssa Lorenza Buonvino 340/3697097